VVox – lunedì 10 dicembre 2018

Gay Pride a Vicenza, Forza Nuova: «Rucco dica no a carnevalate»

L’estrema destra vicentina si schiera contro il gay Pride, che il 15 giugno 2019 tornerà a Vicenza dopo 6 anni e chiedono al sindaco di centrodestra Francesco Rucco di ripensarci e annullare la manifestazione.«Siamo pronti a scendere in piazza contro l’ennesima provocazione e carnevalata promossa a Vicenza dove qualcuno, con il benestare di qualche genio della maggioranza di centro destra, ha programmato il gay pride» ha dichiarato il coordinatore provinciale Daniele Beschin in un comunicato. «Rucco, Soprana e tutta l’amministrazione comunale – aggiunge Beschin – prendano una chiara decisione in tal senso, negando fin da subito il patrocinio a questa ennesima pagliacciata dove il rispetto è l’ultima cosa che interessa agli organizzatori». Forza Nuova annuncia dunque una contromanifestazione cattolica per il 15 giugno.

Anche il Movimento Italia Sociale Vicenza interviene sul tema. «Se non si può impedire che omosessuali, transessuali ed altri componenti della cosiddetta galassia LGBT manifestino civilmente per le proprie rivendicazioni – afferma il portavoce Gianluca Deghenghi in un comunicato – altro discorso va fatto per i gay Pride, all’interno dei quali, con premeditazione ed in maniera provocatoria, individui senza pudore si esibiscono in comportamenti di una volgarità oltraggiosa. Nulla contro le manifestazioni civili, di qualsiasi matrice, dunque, ma certe grottesche parate – conclude – non hanno senso e non meritano alcuno spazio». (t.d.b.)